Google+

Ahmadinejad a New York con un seguito di 140 persone. Critiche: «Cosa fanno, un picnic?»

settembre 26, 2012 Leone Grotti

Ahamdinejad si è portato dietro 140 persone per l’Assemblea nazionale dell’Onu. Alloggiano a New York in un hotel costoso. In patria protestano e spunta la vignetta satirica.

C’è grande attesa per il discorso che il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad terrà oggi all’Assemblea generale dell’Onu. L’anno scorso, mentre il presidente dal palco negava l’Olocausto, le delegazioni europee e quella degli Stati Uniti lasciavano la sala come forma di protesta. Quest’anno le critiche sono arrivate ancora prima del suo discorso da alcuni membri del Parlamento iraniano, che l’hanno accusato di essere a New York «per un picnic».

A NEW YORK IN 140. Ahmadinejad, infatti, è arrivato a New York con un entourage di ben 140 persone, tra cui alcuni familiari, che alloggeranno nel lussuoso Warwick hotel. Non stupisce che in patria si siano levate molte proteste soprattutto se si pensa al difficile momento economico che attraversa il paese a causa delle sanzioni Usa e Ue. Nel paese dominato dal regime degli Ayatollah è diventato inaccessibile alla maggior parte delle persone, ad esempio, il pollo tanto che il governo ha proibito di mostrare in televisione film dove la gente mangia carne bianca. Di recente, il presidente ha anche accusato l’Occidente di «impedire alle nuvole» di arrivare sull’Iran, causando così quella siccità che sembra ormai imminente nella Repubblica islamica.

AHMADINEJAD LOVES NEW YORK. Diversi parlamentari iraniani si sono chiesti a che cosa serve che a New York all’Onu si rechino 140 persone, da qui la battuta: «La maggior parte di loro sono andati a fare un picnic». E dire che il presidente ne aveva invitati 160 ma venti sono stati ritenuti di troppo. Per questo motivo il famoso fumettista iraniano Touka Neyestani ha pubblicato sul sito dell’International Campaign for Human Right in Iran una vignetta (nella foto) che mostra Ahmdinejad, accerchiato da una montagna di valige, che indossa la maglietta “I love New York”. L’Assemblea generale dell’Onu, effettivamente, sembra essere considerata dal presidente iraniano come un ottimo momento per fare propaganda, farsi pubblicità e magari un bel picnic a Central Park. E siccome quest’anno termina il suo secondo mandato, e non potrà ricandidarsi per un terzo, meglio godersi l’ultimo viaggio in buona compagnia.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.

4 metri e sessantuno, tanto spazio interno, trazione integrale e un comfort degno di un’auto executive. Con queste premesse il Traveller 4x4 Dangel si presta a essere una valida alle auto? Lo abbiamo guidato una settimana per capirlo

L'articolo Prova Peugeot Traveller 4×4 Dangel proviene da RED Live.

A Mandello del Lario sono attesi migliaia di appassionati del marchio, per un lungo weekend a base di divertimento, test e grandi anteprime

L'articolo Moto Guzzi Open House, 7-9 settembre 2018 proviene da RED Live.