Google+

Afghanistan, Obama: via 33 mila soldati Usa entro la fine dell’estate 2012 – Rassegna stampa/1

giugno 23, 2011 Redazione

Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama è andato in tv, per la sesta volta in «prime time», ad annunciare l’«exit strategy» americana da Kabul: in un anno e mezzo 33 mila soldati torneranno negli Usa. Uno scaglione di circa 5 mila militari se ne andrà quest’estate, altri 5 mila entro la fine del 2011

Trentatremila militari in meno entro la fine dell’estate del 2012 di cui sino a 10 mila richiamati in patria per la fine di quest’anno. E’ la prima fase della «strategia di uscita» dall’Afghanistan messa a punto da Barack Obama. L’obiettivo è il progressivo passaggio dei poteri alle autorità di Kabul il cui completamento è previsto il 31 dicembre 2014″ (Stampa, p. 13).

Da quando è cominciata la guerra in Afghanistan nel 7 ottobre 2001 sono caduti almeno 1522 militari Usa e gli Stati Uniti hanno speso più di 425 miliardi di dollari. Obama va in tv, per la sesta volta in «prime time», ad annunciare che le promesse fatte in campagna elettorale per quanto riguardo il ritiro dei soldati, non verranno del tutto disattese.

“Annuncia che nel giro di un anno e mezzo a lasciare i polverosi altipiani afghani saranno sino a 33 mila soldati, ovvero i 30 mila rinforzi annunciati due anni fa da West Point, più un 10% di forze cuscinetto atte a garantire la flessibilità di impiego. Uno scaglione di circa 5 mila militari se ne andrà quest’estate, un numero equivalente potrebbe tornare a casa entro la fine del 2011 anche se questo sarà valutato in base alle condizioni di sicurezza del territorio” (Stampa, p. 13).

La strategia annunciata da Obama è stata discussa dal presidente insieme alla sua squadra di Sicurezza Nazionale ed è stata scelta tra diverse opzioni suggerite dal generale David Petraeus, capo della missione Isaf e futuro numero uno della Cia.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. Giuliano Galassi scrive:

    due note che mi vengono a caldo
    1) se una così ripetitiva presenza in TV l’avesse fatta il Cav, vi sarebbe stata un inchiesta della magistratura per accertarvi un sicuro reato
    2) i soldati americani vanno e i talebani vengono, cioè vincono, povere donne afgane che triste prospettiva. Si potrebbe inviare costì l’esercito delle donne italiane della setta “se non ora, quando ??” per difendere la dignità di quelle poverette

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

I fiori mai sbocciati dell’automobilismo mondiale No, loro non ce l’hanno fatta. Non sono riuscite ad arrivare in produzione, perse nei meandri delle logiche commerciali, del marketing, degli eventi globali o, semplicemente, dell’indecisione dei costruttori. Sono quelle centinaia di concept car – o prototipi che dir si voglia – realizzati in piccolissimi numeri, quando non […]

L'articolo Le auto che non sono mai nate proviene da RED Live.

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana