Google+

All’aeroporto di Caracas ora si paga anche per respirare l’aria (15 euro). Economia del Venezuela al collasso

luglio 11, 2014 Leone Grotti

Aumentano inflazione e povertà mentre i beni di prima necessità sono sempre più introvabili. La colpa, neanche a dirlo, è della gestione Maduro

Ora in Venezuela bisogna pagare anche per l’aria che si respira. Succede all’aeroporto internazionale di Caracas Maiquetia, dove è appena stato installato un nuovo sistema di condizionamento che depura l’aria e «protegge la salute dei viaggiatori». Per questo, secondo la Bbc, il ministero dell’Acqua e del trasporto aereo ha diramato un comunicato stampa in cui informa che tutti i viaggiatori dovranno pagare una tassa pari a 127 bolivares (15 euro circa).

MANCANO PANE E CARTA IGIENICA. Questa misura può far sorridere gli europei, ma di sicuro i venezuelani non ridono. Come già scritto su Tempi nell’ultimo reportage da Caracas, l’economia del paese è al collasso, nonostante il sottosuolo sia ricchissimo di petrolio. Dopo un anno di presidenza Maduro l’inflazione ha toccato il 56,7 per cento, la più alta del mondo, e quest’anno dovrebbe peggiorare ancora. L’indice di penuria di molti beni di prima necessità è salito al 30 per cento e molto spesso mancano latte, pane, zucchero, caffè, farina di mais, carne bovina, carta igienica.

POVERTÀ IN AUMENTO. Le lunghe file che si creano davanti ai supermercati statali ogni volta che si sparge la voce che un nuovo prodotto è stato depositato sui banconi dicono dell’aumento del tasso di povertà nel paese: secondo l’Istituto nazionale di statistica la povertà relativa è passata dal 21,2 per cento del 2012 al 27,3 e quella assoluta dal 7,1 al 9,8 per cento. In un paese dove il salario minimo è fissato in 4.200 bolivares mensili, il costo del paniere dei prodotti alimentari di base ammonta a 10.444 bolivares.

COLPA DI MADURO. I venezuelani non sono d’accordo sulle cause di questo peggioramento. C’è chi ascolta la propaganda governativa e accusa l’opposizione di far salire i prezzi con le proteste e gli imprenditori di investire nella finanza invece che importare beni, e c’è chi incolpa il governo. Questi ultimi lo accusano di non concedere i dollari necessari alle imprese per importare le merci, essendoseli intascati tutti, e di aver abbassato così tanto i prezzi che produrre diventa impossibile. Inutile specificare chi ha ragione.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. augusto scrive:

    il governo Maduro sta facendo tanti danni, ma manca una vera alternativa, l’opposizione liberale filoamericana sarebbe un male ancora più grande.

  2. Carlo scrive:

    Infatti, condivido i dubbi di marco maria gentile. Ma il signor leone grotti, evidentemente illuminato da sapienza non terrena, non ha alcun dubbio che la ragione sia tutta, in esclusiva, da una parte ben precisa. Come sempre rivista (se cosi’ vogliamo chiamarla) molto obiettiva, attenta, informata, critica.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana