Google+

Aereo abbattuto, il consiglio di sicurezza Onu: «Chiediamo un’indagine scrupolosa e indipendente»

luglio 18, 2014 Chiara Rizzo

Ban Ki-moon ha confermato che è «credibile l’ipotesi di un sofisticato missile terra-aria». Kiev assicura che l’esercito nell’oriente non è dotato di armamenti del genere. Intanto sono stati recuperati 181 corpi

Il Consiglio di sicurezza dell’Onu, che si è riunito oggi dalle 15 ora italiana sulla vicenda del Boeing malesiano abbattuto da un missile, ha chiesto un’ «indagine internazionale completa, scrupolosa e indipendente». Il segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon ha dichiarato che è «credibile» che ad abbattere l’aereo provocando la morte di 298 persone a bordo sia stato «un sofisticato missile terra-aria». L’Onu ha anche deciso di inviare nei prossimi giorni a Mosca e a Kiev il responsabile degli affari politici Jeffrey Feltman. L’annuncio arriva poche ore dopo la richiesta di colloqui per la pace avanzata da Putin.

GLI INVIATI DELL’OCSE. Nelle vicinanze di Donetsk, sul luogo del disastro, è intanto arrivato il gruppo di investigatori inviati dall’Organizzazione per lo sviluppo e la cooperazione europea, l’Ocse. Anche l’Organizzazione internazionale dell’aviazione civile Icao ha offerto al governo ucraino la propria disponibilità a partecipare all’inchiesta attraverso investigatori specializzati.

LE ACCUSE. Anche al Consiglio di sicurezza, il rappresentante degli Stati Uniti all’Onu ha accusato la Russia, convinto dell’ipotesi che l’aereo sia stato abbattuto da un missile lanciato dai separatisti filorussi con la copertura di Mosca: secondo Washington «Non si può escludere assistenza tecnica da parte di personale russo per gestire i sistemi» di comando dei missili e dei radar. Kiev invece ha escluso la propria responsabilità spiegando che l’esercito nelle regioni orientali ha a disposizione missili anti-aereo, che risultano tutti ancora nell’arsenale centrale.

LA RICERCA DEI CORPI. Intanto i soccorritori continuano le ricerche nella vasta area coperta per chilometri dai detriti dell’aereo. Fino ad ora sono stati recuperati solo 181 corpi. A bordo viaggiavano 298 passeggeri, compresi i 15 membri dell’equipaggio, e tra i morti ci sono anche 80 bambini. Sono morti 154 olandesi, 43 malesi, 27 australiani, 12 indonesiani, 9 inglesi, 4 tedeschi, 4 belgi, 3 filippini, 1 canadese: si indaga ancora sulla nazionalità di 41 passeggeri, e anche se Washington ha spiegato di non sapere ancora se ci fossero anche propri cittadini a bordo, sembra che sul volo viaggiassero anche 23 statunitensi.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Potenza esagerata, guidabilità di alto livello e un motore capace di stupire per gestibilità ed erogazione. La Panigale V4 apre una nuova era in casa Ducati e lo fa non solo per le prestazioni ma anche per come le “serve” al pilota. Non è solo l’ultima supersportiva Ducati è un cambio di filosofia, che potrebbe piacere a molti

L'articolo Prova Ducati Panigale V4 S proviene da RED Live.

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi