Google+

Aereo abbattuto, il consiglio di sicurezza Onu: «Chiediamo un’indagine scrupolosa e indipendente»

luglio 18, 2014 Chiara Rizzo

Ban Ki-moon ha confermato che è «credibile l’ipotesi di un sofisticato missile terra-aria». Kiev assicura che l’esercito nell’oriente non è dotato di armamenti del genere. Intanto sono stati recuperati 181 corpi

Il Consiglio di sicurezza dell’Onu, che si è riunito oggi dalle 15 ora italiana sulla vicenda del Boeing malesiano abbattuto da un missile, ha chiesto un’ «indagine internazionale completa, scrupolosa e indipendente». Il segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon ha dichiarato che è «credibile» che ad abbattere l’aereo provocando la morte di 298 persone a bordo sia stato «un sofisticato missile terra-aria». L’Onu ha anche deciso di inviare nei prossimi giorni a Mosca e a Kiev il responsabile degli affari politici Jeffrey Feltman. L’annuncio arriva poche ore dopo la richiesta di colloqui per la pace avanzata da Putin.

GLI INVIATI DELL’OCSE. Nelle vicinanze di Donetsk, sul luogo del disastro, è intanto arrivato il gruppo di investigatori inviati dall’Organizzazione per lo sviluppo e la cooperazione europea, l’Ocse. Anche l’Organizzazione internazionale dell’aviazione civile Icao ha offerto al governo ucraino la propria disponibilità a partecipare all’inchiesta attraverso investigatori specializzati.

LE ACCUSE. Anche al Consiglio di sicurezza, il rappresentante degli Stati Uniti all’Onu ha accusato la Russia, convinto dell’ipotesi che l’aereo sia stato abbattuto da un missile lanciato dai separatisti filorussi con la copertura di Mosca: secondo Washington «Non si può escludere assistenza tecnica da parte di personale russo per gestire i sistemi» di comando dei missili e dei radar. Kiev invece ha escluso la propria responsabilità spiegando che l’esercito nelle regioni orientali ha a disposizione missili anti-aereo, che risultano tutti ancora nell’arsenale centrale.

LA RICERCA DEI CORPI. Intanto i soccorritori continuano le ricerche nella vasta area coperta per chilometri dai detriti dell’aereo. Fino ad ora sono stati recuperati solo 181 corpi. A bordo viaggiavano 298 passeggeri, compresi i 15 membri dell’equipaggio, e tra i morti ci sono anche 80 bambini. Sono morti 154 olandesi, 43 malesi, 27 australiani, 12 indonesiani, 9 inglesi, 4 tedeschi, 4 belgi, 3 filippini, 1 canadese: si indaga ancora sulla nazionalità di 41 passeggeri, e anche se Washington ha spiegato di non sapere ancora se ci fossero anche propri cittadini a bordo, sembra che sul volo viaggiassero anche 23 statunitensi.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana