Google+

«A San Vittore la dignità umana è continuamente calpestata»

luglio 10, 2012 Paola D'Antuono

Enrico Marcora (Udc), membro della commissione speciale carceri della Regione Lombardia: «Nella casa circondariale milanese i detenuti vivono in condizioni peggiori di quelle dei maiali».

«Il carcere di San Vittore è un colabrodo». Sa bene di cosa parla Enrico Marcora, consigliere di Regione Lombardia eletto nelle fila dell’Udc. Assieme agli altri membri della Commissione speciale carceri, di cui fa parte, ha di recente visitato la casa circondariale di Milano «ma la frequento tutte le domeniche perché assisto alla messa nel reparto femminile».

Chi meglio di lei può offrire un quadro preciso della situazione.
Il carcere di San Vittore è una struttura con più di 150 anni di storia, obsoleta e inadeguata non è più un carcere adatto a svolgere la funzione per cui è stato costruito.  Sia come struttura sia a livello impiantistico è un vero disastro, in alcuni piani l’acqua non arriva, senza contare il sovraffollamento, La struttura potrebbe contenere al massimo seicento detenuti e al suo interno ce ne sono quasi duemila. C’è una normativa europea che stabilisce che i maiali in allevamento debbano aver diritto a 7 metri quadrati per vivere. In sette metri quadrati in questo carcere convivono sei detenuti, dov’è la loro dignità? A ciò si deve aggiungere anche la situazione drammatica della polizia penitenziaria che è sotto organico e non riesce a gestire tutti i detenuti.

Cosa si potrebbe concretamente fare per risolvere il problema?
Milano è un caso strano. In centro c’è San Vittore, a pochi passi c’è una sorta di isola felice – mi passi il termine – rappresentata dal carcere di Bollate, dove viene svolta un’intensa attività di recupero dei carcerati. Da qui bisognerebbe prendere spunto. Concretamente una grandissima opportunità potrebbe essere rappresentata dal riutilizzo delle aree dell’Expo, una volta finito l’evento. Si potrebbe istituire in quei luoghi una grande cittadella della giustizia, con il tribunale, una casa circondariale, gli uffici per gli avvocati, le case per le forze l’ordine. In questo modo si potrebbe restituire la giusta dignità alle persone, sia detenuti sia agenti della polizia penitenziaria.

L’istituzione di pene alternative non potrebbe risolvere il problema del sovraffollamento?
È importante che il rispetto delle regole per tutti sia garantito, la giustizia dev’essere intransigente. Detto questo, sono favorevole a misure alternative in alcuni casi e il volontariato potrebbe essere molto utile in questo senso.

Come si sta muovendo la Commissione speciale carceri di cui lei fa parte?
Proprio oggi abbiamo approvato un ordine del giorno che conferma la disponibilità di risorse per l’acquisto di ventilatori da destinare ai detenuti e alla polizia penitenziaria. Questi agenti passano dodici ore al caldo, chiusi nelle gabbiette di vetro senza riuscire a rinfrescarsi in nessun modo. È assurdo.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

In attesa della prova ecco le prime informazioni sul test che ci vedrà a Valencia in sella alla nuova Ducati Panigale V4

L'articolo Ducati Panigale V4 in attesa della prova proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download