Google+

“A” per albero, “B” per bomba, “C” per cecchino. Così insegna l’alfabeto lo Stato islamico

febbraio 17, 2017 Redazione

Il materiale scolastico è stato trovato dai giornalisti di Reuters in un orfanotrofio di Mosul, appena liberato dall’esercito iracheno

“A” per albero, “B” per bomba, “C” per cecchino, “E” per esercito, “G” per guerra, “M” per martire e così via. Così lo Stato islamico insegnava l’alfabeto ai bambini. La scoperta è stata fatta dall’esercito iracheno, dopo essere entrato in un orfanotrofio nel distretto Zuhur di Mosul, da poco liberato all’interno della campagna per riconquistare la capitale irachena del Califfato.

L’ORFANOTROFIO. Nella struttura venivano educati (o rieducati) bambini dai tre ai sei anni, soprattutto sciiti e yazidi, rimasti orfani dopo che i genitori erano stati uccisi dall’Isis. Col tempo, scrive Reuters che è entrata nell’edificio, i bambini avevano imparato a definire «apostati e infedeli» i loro stessi genitori.

INGLESE PER LO STATO ISLAMICO. Il materiale scolastico utilizzato per l’educazione dei bambini è davvero originale. I libri di matematica presentano il logo di un kalashnikov costituito da numeri, mentre i quesiti dei problemi di aritmetica e geometria vengono ricondotti a episodi di guerra. I giornalisti della Reuters hanno anche trovato un testo intitolato: “Inglese per lo Stato islamico”, dove tutto parla di spie, martiri, guerra, attentati e bombe.

DONNA? NO, BURQA. Interessante anche il modo in cui viene illustrata la lettera “W” per Woman, donna: al posto della foto di un viso di ragazza o di una donna a figura intera, c’è una macchia nera impersonale che rappresenta un burqa integrale. Un uomo costretto a lavorare nell’orfanotrofio, e che non ha voluto diffondere il suo nome,  ha spiegato che le ragazze venivano convertite all’islam e subito sposate ai combattenti.

Foto Ansa/Ap

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
Sulle tracce di Cristo - Viaggio in Terrasanta con don Luigi Giussani

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nata dalla collaborazione con Toyota e sviluppata sulla base della piattaforma modulare EMP2 del Gruppo francese PSA, la monovolume Citroën SpaceTourer è in grado di ospitare sino a 9 persone complice la disponibilità di tre taglie – come le magliette – del corpo vettura. Tanta duttilità viene ora rafforzata dal debutto, in occasione del Salone […]

L'articolo Citroën SpaceTourer 4×4 Ë: spazio al fuoristrada proviene da RED Live.

Cilindrata inusuale, propulsore fuori dagli schemi: 5 cilindri in linea, 20V, 2.480 cc, distribuzione a doppio albero a camme in testa con variatori di fase a regolazione idraulica, iniezione diretta della benzina e sovralimentazione mediante turbocompressore a gas di scarico in grado di raggiungere una pressione massima di 1,2 bar. La nuova Audi RS3 Sportback è […]

L'articolo Audi RS3 Sportback scopre le zanne proviene da RED Live.

Arriverà a inizio autunno la nuova crossover Volvo XC40. Una vettura fondamentale nel processo di rilancio del marchio svedese messo in atto dalla cinese Geely. Concorrente diretta di Audi Q3, BMW X1 e Mercedes-Benz GLA, costituirà il punto d’approdo di un progetto globale, basato sull’inedita piattaforma CMA (Compact Modular Architecture) che consentirà di ospitare ogni […]

L'articolo Volvo XC40: la prima elettrica del marchio svedese proviene da RED Live.

La concept americana è la prima vettura elettrica a guida autonoma del Gruppo Fiat-Chrysler. Lo smartphone assume un ruolo dominante nella gestione dell’auto. Portata all’estremo la personalizzazione dei servizi a bordo.

L'articolo Chrysler Portal: immagina il futuro proviene da RED Live.

Il racing game di Slightly Mad Studios torna a rombare su console e PC con oltre 170 auto, 60 tracciati, meteo dinamico e nuove funzionalità.

L'articolo Project CARS 2: una marcia in più! proviene da RED Live.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana