Google+

A chi non piace l’auto elettrica? Agli autisti degli autobus pubblici di Oslo, per esempio

maggio 22, 2014 Matteo Rigamonti

In Norvegia, nella capitale europea della mobilità sostenibile, l’utilizzo di auto elettriche è cresciuto esponenzialmente. «Tenetele fuori dalle corsie preferenziali riservate ai bus»

La mobilità sostenibile, un po’ ovunque in Europa, è ormai diventata un mantra. Tra città praticamente chiuse al traffico delle auto e ciclabili per tutti, al cittadino medio che vuole recarsi in centro, senza sudare le camice di un Coppi o di un Bartali, non è rimasto che il mezzo pubblico. Da tempo, però, un nuovo mezzo si è affacciato nel sempre mutevole panorama urbano: l’auto elettrica. Che, sempre più spesso, ha iniziato a godere delle agevolazioni di cui i sindaci di mezza Europa hanno deciso di beneficiarle a motivo del loro scarso impatto ambientale in termini di emissioni di Co2. Prevalentemente di parcheggi gratis e accesso illimitato alle corsie preferenziali si tratta. Quelle stesse corsie che sono abitualmente percorse dai bus e, al massimo, dalle moto.

I NUOVI PROBLEMI DEL TRAFFICO. C’è un problema, però, cui gli amministratori finora non avevano ancora pensato. Ad Oslo, Norvegia, in quella che è universalmente conosciuta come la capitale dell’auto elettrica, la crescita esponenziale delle vetture a corrente ha fatto sì che le corsie preferenziali hanno iniziato a soffrire di problemi legati al traffico. E i bus del trasporto pubblico hanno cominciato ad arrivare in ritardo. Dapprima pochi minuti, ora molti di più. Regolarmente. Un fatto piuttosto insolito per un paese come la Norvegia.

FUORI DALLE CORSIE PER I BUS! «Le auto elettriche dovrebbero starsene fuori dalle corsie preferenziali riservate ai bus», confida l’autista norvegese Erik Haugstad al Wall Street Journal. Sempre più spesso capita che i passeggeri si lamentino dei ritardi. «Lo so che siete arrabbiati», dice loro il conducente di pulman Haugstad, «e mi dispiace molto. Ma non è che io possa farci più di tanto. Ci sono troppe auto elettriche».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

No, decisamente la Volkswagen non poteva restare a guardare. Il segmento delle B-Suv, vale a dire delle sport utility compatte, vive un momento di grande fermento e successo. La Casa tedesca, che sinora aveva nella Tiguan la proposta più “piccola”, doveva correre ai ripari. Ecco dunque avvicinarsi la presentazione ufficiale, prevista in occasione del Salone […]

L'articolo Volkswagen T-Roc: pronta alla battaglia proviene da RED Live.

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana