Google+

40 tonnellate di rifiuti dopo il concerto degli Stones

giugno 24, 2014 Elisabetta Longo

Necessari più di due giorni per ripulire l’area del Circo Massimo. Il sindaco si difende dalle polemiche

Continuano le polemiche sulla gestione del Comune nei confronti del concerto dei Rolling Stones. Il giorno dopo il concerto-evento, le montagne di rifiuti erano ovunque, sia sulla superficie del Circo Massimo, che nelle vie limitrofe. I fan degli Stones non hanno esitato a liberarsi di tutto il superfluo, di cartacce, bottiglie di vetro, bottigliette di plastica e quant’altro.

BOTTIGLIETTE E TANTO ALTRO. I lavori di smaltimento rifiuti e riapertura del traffico sono partiti alle 3 del mattino seguente il concerto. Dopo di che sono intervenuti 20 operatori del settore, allertati in maniera straordinaria, ed è stato necessario il supporto di 10 mezzi a vasca, per le prime operazioni, e si è andato avanti fino alle 13. Ma non è bastato, perché per continuare con le fasi di pulizia serviva che il mega palco della band fosse smontato in ogni sua parte. Nella giornata di martedì, le operazioni di bonifica dell’area archeologica continua, con altri 20 operatori e altri dieci mezzi particolari. Si stima che nella serata di martedì le 40 tonnellate di rifiuti abbandonati, prodotti dai 70 mila spettatori, saranno definitivamente rimosse. Il sindaco Ignazio Marino prova a sedare gli animi dei romani, ai quali non è piaciuto il degrado post concerto, spiegando quanto l’amministrazione ha incassato in una sola serata. “Abbiamo vinto una competizione con le altre grandi metropoli europee, e mi piacerebbe che l’anno prossimo il Circo Massimo potesse ospitare i Coldplay. Se ci fosse un evento culturale del genere alla settimana, sarebbero 1,2 miliardi di entrate all’anno”.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana